Cos'è la Fattura Differita

Fattura-Differita

Facciamo chiarezza tra Fattura Immediata, Fattura Differita e Fattura Accompagnatoria


La fattura differita può essere emessa, in alternativa a quella immediata, con riferimento alle cessioni di beni o prestazione di servizi ove esistano documenti idonei a identificare i la natura, la quantità dei beni/servizi oggetto di transazione e i soggetti tra i quali avviene l’operazione.

I documenti di Fatturazione


L’art. 21 del D.P.R. 33/1972 regola la fatturazione delle operazioni relative alla cessione di beni o prestazioni di servizi. Sono previsti due soli tipi di fatturazione: la fattura immediata e la fattura differita.

Considerando che con il D.P.R. 472/1996 è stata soppressa l’obbligatorietà di documento per l’accompagnamento di merci, la Fattura accompagnatoria resta un documento ibrido che nel complesso può configurarsi come una Fattura Immediata integrante le informazioni del trasporto.

La fattura immediata come è intuibile è quella emessa al momento della prestazione dei beni o servizi. Se nell’arco dello stesso giorno vengono effettuate più transazioni nei confronti dello stesso soggetto la normativa prevede l’emissione di un solo documento riepilogativo di fattura entro le ore 24:00 del giorno solare.

La Fattura Differita è un documento fiscale emesso in un momento successivo a quello della cessione di beni o prestazione di servizi. La fattura differita deve essere emessa e registrata entro il quindicesimo giorno del mese successivo a quello in cui le prestazioni vengono effettuate, indicando comunque il mese di riferimento per l’operazione, come espressamente previsto dall’articolo 21 e 23 del D.P.R. 633/1972.

La fattura differita può essere emessa solo quando la cessione di beni o la prestazione di servizi risulti da documento di trasporto o altra documentazione idonea. Da notare che la possibilità di emettere Fattura Differita anche per prestazioni di servizi è stata introdotta solo dalla Legge di Stabilità 2013 (legge 228/2012).

La Fatturazione Differita in software Semplice


Un consueto caso di emissione di Fattura Differita è quello di cessioni di beni ripetute nel corso del mese verso uno stesso soggetto. Ad esempio un commerciante può emettere numerosi DDT per la consegna di frutta e verdura ad uno stesso cliente e pattuire una fatturazione a fine mese che sia riepilogativa delle forniture offerte. Al termine del mese la Fattura Differita deve obbligatoriamente contenere i riferimenti a numero e data di emissione dei singoli DDT a cui si riferisce. Per le cessioni intra-UE, la data di riferimento è quella di partenza del trasporto o spedizione dall’Italia (o altro Stato membro per quanto riguarda gli acquisti).

La fattura differita per prestazioni di servizi deve indicare in dettaglio le prestazioni eseguite, anche nel caso queste siano già liquidate. Le prestazioni in Italia devono essere individuabili attraverso contratti di prestazioni effettuati nello stesso mese solare e nei confronti di uno stesso soggetto. Per le prestazioni di servizi intra-UE si può emettere fattura differita per operazioni non soggette all’imposta ai sensi dell’art. 7-ter del D.P.R. 633/1972.

Software Semplice consente rapidamente, attraverso le procedure di importazione documenti, di creare una Fattura Differita a partire da DDT emessi nel corso del mese. Le procedure di import sono automatizzate per mantenere la congruità del magazzino che viene scaricato solo all’emissione dei DDT e non della Fattura Differita. Inoltre ogni errore di battitura viene evitato e i riferimenti di Numero e Data Documento dei DDT vengono integrati automaticamente nella Fattura Differita.

Attivazione Fatture Gratis e Gestione magazzini multipli

Attiva subito il Tuo
Software GRATIS!

Attiviamo Gratuitamente il Tuo programma online con tutte le funzionalità in 30 secondi


Attiva Gratis

Chiama per info

+39 080 3032608